• 0172 054711
  • info@personalbestcenter.it

Test di valutazione funzionale

La valutazione funzionale dell’atleta è l’indagine, attraverso una serie di test, dei fattori fisiologici che determinano la prestazione fisica e sportiva. Permette di programmare in modo preciso l’allenamento ottimizzando la prestazione ed evitando il pericolo del superallenamento come anche il calo della performance. In altri casi può servire a strutturare un modello di allenamento e / o per “aggiustare” i carichi di lavoro durante le varie fasi dell’allenamento.

Normalmente si esegue all’inizio del programma di allenamento quando si è al primo rapporto con l’atleta al fine di conoscerlo (capire che motore si ha di fronte, che potenzialità esistono e come si può aiutarlo per affinare le sue caratteristiche). Inoltre è indispensabile per monitorare gli effetti dell’allenamento.

I test sono vari e diversi perché gli sport, come spesso anche le discipline o i ruoli all’interno dello stesso sport, non sono tutti uguali. Ogni sport è caratterizzato da un proprio meccanismo di produzione dell’energia. A seconda delle loro caratteristiche fisiologiche ogni attività fisica può essere schematicamente suddivisa in:

  • attività anaerobiche alattacide (o di potenza)
  • attività anaerobiche lattacide (o di velocità)
  • attività aerobiche (o di resistenza)
  • attività miste (aerobico-anaerobiche)

Nel ciclismo (sport di resistenza) i fattori principali per la valutazione delle performances sono la capacità dell’atleta di utilizzare la quantità maggiore di ossigeno (potenza aerobica) e la conoscenza della soglia aerobica cioè l’individuazione del carico di lavoro massimo in cui l’organismo utilizza come substrato fondamentale l’ossigeno e non accumula acido lattico nel sangue. A tale scopo vengono effettuati i seguenti test:

  1. Critical Power
  2. Incrementale
  3. Test del Lattato
  4. Test del VO2Max